Se continui a navigare per questo sito web, accetti l'uso di cookies.

Applicazioni

Il SISMAX e' un sistema integrato che unisce sinergicamente i 4 processi organizzativi sanitari essenziali nella gestione di  un evento Extraordinario; tali processi costituiscono appunto una catena solida e funzionale, utilizzata in fase di pianificazione e testata e rodata in fase di emergenza . I singoli anelli di questa catena non agiscono in modo separato o sequenziale, ma si imbricano e si supportano per tutto l’arco temporale dell’evento calamitoso in questione, con il fine unico di soccorrere i feriti e i coinvolti garantendo loro i LEA previsti in un soccorso ordinario quotidiano.

 

 

SISMAX sul campo...

FASE 1 - LA RICEZIONE DELLA CHIAMATA

L’allarme arriva solitamente alla C.O. 118

La Centrale Operativa esegue il dispatch informatizzato

L’operatore che riceve la chiamata, grazie alla formazione specifica PSICOSISMAX sulla percezione del rischio e sulle strategie di anticipazione del danno, compila il modulo Methane riducendo al minimo i pregiudizi che limiterebbero l’attivazione della Catena delle Maxiemergenze.

 

FASE 2 - L'ATTIVAZIONE DEL PIANO AZIENDALE

Gli operatori di turno in Centrale Operativa attivano il PIANO DI LAVORO MAXIEMERGENZE SISMAX e utilizzano il TAPE SPECIFICO come strumento guida.

 

L’attivazione del Piano avviene su tre dimensioni che si intersecano e si supportano grazie allo strumento TAPE per tutta la durata dell’evento calamitoso.

 

FASE 3 - INVIO DEI SOCCORSI E CATENA DI COMANDO

La Centrale Operativa 118 invia i primi mezzi e il primo medico che arriva sul target assume il ruolo di DSS.

Questo organizza la catena di comando SISMAX

Appena giunto sul target il DSS indossa la casacca specifica, inizia a utilizzare  il tape eseguendo le indicazioni in ordine temporale e attribuisce i ruoli che determinano la Catena di Comando SISMAX

 

FASE 4 - ATTIVAZIONE UCS

Contemporaneamente all’invio dei primi mezzi di soccorso la Centrale Operativa 118 attiva e aggiorna costantemente il Direttore Sanitario, che decide la modalita' di attivazione dell’Unita' di Crisi Sanitaria

I membri convocati si ritrovano nell’UCS aprono i rispettivi tape e allertano gli ospedali di riferimento e i rispettivi Direttori per la possibile applicazione dei PEIMAF previsti dal Piano Aziendale.

 

FASE 5 - LA RETE DEI SOCCORSI SUL CANTIERE IN 3D

Il SISMAX prevede una configurazione dei soccorsi organizzati in aree funzionali e include il soccorso ai pazienti pediatrici con un modulo dedicato

Il PMA e' un concetto dinamico che verra' modulato sulla base delle esigenze evidenziate dal DSS alla C.O.

Contemporaneamente a tutto questo la Centrale Operativa potenzia le sue risorse applicando la procedura specifica di allertamento e reclutamento del personale. Stessa cosa fanno gli Ospedali attivati dall’Unita' di Crisi Sanitaria

 

FASE 6 - LA RETE DELLE COMUNICAZIONI SISMAX

Sul cantiere di lavoro  viene stesa una maglia radio dedicata che consente uno schema molto preciso su come comunicare in Maxiemeregenza, rappresentato dalla FRECCIA DELLE COMUNICAZIONI SISMAX

 

FASE 7 - LA CONTINUITA' DEI LEA IN PRONTO SOCCORSO

Grazie alla tensegrita' dell’Unita' di Crisi Sanitaria con la Centrale Operativa e il Sistema di risposta Territoriale la rete dei Pronto soccorso gestira' l’afflusso dei feriti in modo non caotico e strutturato utilizzando i TAPE SISMAX come strumento. Il SISmax propone una catena di comanda anche in Pronto soccorso, definita e condivisa in tempo di pace per essere poi utilizzata in operatività; le figure cardine sono DSS-H Direttore Sanitario ospedaliero, DCA Direttore Attività Clinico Assistenziali, RI Referente Infermieristico in turno, RT Referente di Traige, RST Referente squadre Trasporto. DD Direttore Diagnostica

Ti aspettiamo al corso SISMAX PS per esercitarsi con noi!

 

FASE 8 - IL RIPRISTINO DELLA NORMALITA'

L’unita' di Crisi Sanitaria monitorera' il ripristino delle normali funzioni ordinarie e solo  quando questo sara' completo decretera' la fine delle operazioni.

 

 

FASE 9 - L'AGGIORNAMENTO DEI TAPE E DEL PIANO

L’emergenza non potra' considerarsi conclusa fin quando non saranno apportate le dovute migliorie di enpowermwent al Modello SISMAX e quindi ai relativi strumenti.

La catena SISMAX  rispecchia dunque la tridimensionalita' delle scelte e l’integrazione possibile fra i 4 processi di soccorso, che si supportano l’un l’altro in maniera assolutamente dinamica, semplice e costruttiva.

 

 

Contatti

presso Ospedale San Pietro Igneo

piazza Lavagnini - 50054 Fucecchio (FI)

Telefono: 0571 - 878346

 

INFORMAZIONI GENERALI: info@sismax.it

FORMAZIONE e CORSI: formazione@sismax.it

Area Riservata